LA LUNA IN CARTA

Spicchi. Mise di seduzioni e appari.
Ti vogliono femminile e comoda. Un sentiero per casa, quando nebbiose stelle stordisci.
La tua anima è felina gestante, attenta alle promesse di chi muore sordo ai tuoi colori.

Chi si disseta al tuo generoso grondare merita la scala che porgi – autoritario frutto, ad ogni radioso cerchio.

Notturno vanitoso sole, ti trovi amore lì anche dove ti nascondi. Fosse pensare – ciò che non mostri? 

Una porzione di silenzio, acida terra, frammento di pallore.
Lupi e mari devono a te il  figlio. Spiare dal tuo alto l’uomo. 
Di incontro allontanarsi